Cucina
Tutti i benefici della cucina sottovuoto svelati in un seminario
Saint-Christophe - Rivolto agli operatori della ristorazione, si è svolto ieri, mercoledì 11 ottobre, a Saint-Christophe, su iniziativa di Giorgio Baldelli.

Svelare ai partecipanti i vantaggi e i segreti della cucina sottovuoto per la cottura e la conservazione dei cibi. E’ questo l’obiettivo del seminario rivolto agli operatori della ristorazione che si è svolto ieri, mercoledì 11 ottobre, a Saint-Christophe, su iniziativa di Giorgio Baldelli in collaborazione con la ditta Orved che produce macchine sottovuoto.

Ad illustrare ai numerosi partecipanti il funzionamento della cottura sottovuoto, molto in voga nei ristoranti e che sta prendendo piede anche a livello domestico, sono stati Simone Turchetto, responsabile commerciale di Orved, e lo chef Daniele Fantinato.

Le caratteristiche principali della cottura sottovuoto sono la cottura lenta e a basse temperature . “I benefici di questo tipo di cottura sono molti – sostiene Simone Turchetto - dall’esaltazione del sapore, colore e aspetto estetico del cibo, al mantenimento delle proprietà nutritive intatte e alla non trasformazione dei grassi che si ottiene con temperature più elevate, superiori ai 100 gradi. L'obiettivo del seminario è di mostrare quanto la cottura sottovuoto sia semplice, permetta un livello qualitativo elevato e una vita di cucina più organizzata e con meno stress, oltre ad un risparmio economico.

Dal punto di vista meramente pratico: il prodotto crudo o pre lavorato va inserito in una busta apposita, successivamente si confeziona il sottovuoto e si inserisce il prodotto nel forno ad acqua dove sarà cotto a bassissime temperature. Il prodotto così cotto può essere conservato a lungo, con evidenti vantaggi per il settore della ristorazione.

Archiviato in: Brevi , Economia e lavoro
4559
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche