Economia
Turismo, in Valle d'Aosta per cercare il relax e ammirare le bellezze naturali
Aosta - Indagine di TurismoOk sulle motivazioni che spingono i turisti a visitare la Valle d'Aosta. Nell'estate 2016 nuovo record: un milione e mezzo di presenze (1.562.059, +4,9%) e 566 mila 657 arrivi (+8,56%).

Le bellezze naturali, la ricerca di relax ma anche la pratica di attività sportive. Sono queste le tre motivazioni principali che spingono i turisti a scegliere la Valle d’Aosta come meta delle vacanze estive. E in tanti anche nel 2016 hanno trascorso l'estate fra le nostre montagne. I dati mostrano, infatti, un nuovo record: un milione e mezzo di presenze (1.562.059, +4,9%)  e 566 mila 657 arrivi (+8,56%).

 TurismOK in collaborazione con l’Assessorato al turismo della Regione Valle d’Aosta ha realizzato un'indagine (1012 persone intervistate) sulle motivazioni che spingono i turisti a visitare la Valle d’Aosta durante la stagione estiva e sulla soddisfazione degli stessi con riguardo all’esperienza vissuta.

Si scopre così che la Valle d'Aosta non è una destinazione per giovani. Il target estivo è rappresentato come in inverno dalla fascia d’età 35-50 anni, ma è caratterizzato da turisti, soprattutto coppie, mediamente più vecchi, come dimostrano le attività praticate durante le vacanze: per il 72,4% si tratta di semplici passeggiate. La nostra regione viene scelta per ricercare il relax e non le attività di intrattenimento o la vita notturna.

Il turista estivo è fidelizzato: il  78% dei turisti dichiara di essere già stato in Valle d’Aosta e, sebbene la maggioranza degli ospiti affermi di aver soggiornato anche in altre stagioni, il numero di visite più elevato si registra proprio tra giugno e settembre. Proprio l’esperienza in gioventù risulta la  principale fonte d’informazione utilizzata per scegliere la Valle d’Aosta. Risulta invece debole il canale internet, utilizzato più che altro durante il soggiorno per reperire informazioni sulle attività culturali da poter visitare.

Le attività culturali riscuotono un discreto interessamento da parte dei turisti: più di 6 ospiti su 10 dichiarano infatti di aver visitato almeno un sito culturale e la maggior parte di questi (84%) lo ha fatto per interesse specifico e non come attività di ripiego.

Un aspetto di criticità emerso è rappresentato dal “livello dei prezzi” a cui il target estivo sembra essere molto sensibile, probabilmente perché in prevalenza italiano. Rispetto all’inverno aumentano coloro che trovano la Valle d’Aosta cara. Nonostante ciò la maggioranza dei turisti si ritiene complessivamente molto soddisfatto della vacanza estiva, ancora di più rispetto all’inverno: tra una stagione e l’altra il voto medio passa da 7,6 a 8,77.

Archiviato in: Economia e lavoro
609
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche