Sport
Trail della Becca di Viou, vincono Franco Collé e Raffaella Miravalle
Valpelline - La corsa sulla distanza più breve, 21 chilometri, è stata vinta da Stefania Canale e Xavier Chevrier.

Franco Collé e Xavier Chevrier non hanno deluso le aspettative: i grandi favoriti del trail della Becca di Viou non hanno fallito l’appuntamento che ha riunito i Comuni di Doues, Roisan, Ollomont e Valpelline e che ha visto più di 200 atleti al via. Il gressonaro si è imposto sulla nuova distanza lunga (31 chilometri, 71 concorrenti al via) tracciata a quote più basse, tagliando fuori la vetta della Becca di Viou, vincendo il testa a testa con Mathieu Brunod. Il trionfatore del Tor des Géants 2014 si è imposto con il crono di 2h 46’10”, lasciando a oltre 7’ il giovane Brunod (2h 53’58”; mentre il padre Bruno è stato costretto al ritiro) e a circa 22’ Marco Béthaz (3h 08’17”). “E’ stata una prima parte di gara molto tirata – ha commentato Collé - sul lungo poi sono uscito, lui (Mathieu Brunod, ndr) giustamente ha ceduto un po’, ma arriverà. Io sto bene, è un periodo che mi gira tutto facile, sono contento, anche se mi aspetto un crollo perché l’inizio di stagione è stato ad alto livello”.
 

La gara femminile è andata alla favorita di giornata Raffaella Miravalle, già in netto vantaggio al passaggio di Alpe Verney (20 km) e giunta a Roisan in 3h 44’03” (undicesima assoluta). Secondo posto per Tatiana Locatelli in 4h 00’07” e terzo per Denise Avalle in 4h 18’58”.

 

Per Xavier Chevrier si è trattato quasi di un allenamento: il nazionale di corsa in montagna ha corso e vinto senza problemi la 21 km, partita sempre da Valpelline (oltre 100 partenti), ma un’ora e mezza dopo il ‘lungo’. Il campione mondiale di corsa in montagna ha fatto gara a sé e ha chiuso poco sopra le due ore: 2h 00’06”, precedendo Stefano Bertucci all’arrivo in 2h 07”44 e Nicolò Pomina in 2h 13’59”. “Sono contento – ha spiegato Xavier Chevrier – sono partito con l’idea di correre tutta la gara, l’ultima salita era bella impegnativa, mi ha fatto piacere partecipare e vedere tanta gente ai punti di ristoro. Il tracciato? Disegnato e segnalato bene, io di solito mi perdo un po’”.

 

Trail femminile combattuto con Stefania Canale e Jessica Gérard subito in testa. Canale, passata con un minuto di vantaggio ad Alpe Verney, ha poi proseguito in solitaria aggiudicandosi la 21 chilometri in rosa con il crono di 2h 25’42”. Seconda posizione per Jessica Gérard in 2h 33’03” e terza per Roberta Jacquin (2h 34’22”), grande protagonista al Licony Trail di inizio giugno. “Finalmente una bella vittoria – ha dichiarato soddisfatta Stefania Canale - ho provato a tirare e poi ho cercato di non farmi riprendere, contenta della mia gara, anche perché era il mio trail”.
 

Il Tour Trail della Valle d’Aosta ora si ferma qualche settimana e ritornerà il 15 luglio con il Gran Paradiso Trail, quarta prova del circuito valdostano. Poi, una settimana dopo, l’Ultramarathon du Fallère, l’altra novità di questo 2017.

Archiviato in: Alta valle , Speciale Trail , Sport
1924
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche