Cucina
Tartare di manzo con crema di avocado e pistacchi di Bronte

Si dice che la tartare abbia delle origine storiche assai remote e legate alla popolazione asiatica dei Tartari, un popolo nomade che usava consumare grandi quantità di carne cruda e che la stessa venisse consumata sotto la sella dei loro cavalli. Questo procedimento permetteva di ammorbidire e rompere le fibre della carne e che venisse consumata successivamente condita con spezie e salse  per ammorbidire il “profumo” derivato dalla tecnica di conservazione.

Ad oggi la tartare di manzo è un piatto raffinato e delicato, diffusissimo in Francia e anche in buona parte dell’Europa centrale. Dopo questa breve disquisizione non rimane che mettersi in opera.

 

Per la preparazione della tartare si utilizzano solitamente due tagli: la lombata magra oppure lo scamone (taglio che preferisco decisamente e particolarmente tenero). Volendo si può fare anche con il filetto. Essendo un piatto da consumare a crudo è fondamentale che la carne sia freschissima, la quale deve presentarsi con un classico colorito vivace.

 

A questo punto non rimane che decidere quale filosofia seguire per il taglio della carne: battuta al coltello oppure dadolata finissima. Io propendo sempre per la dadolata per diversi motivi, è semplice da realizzare anche con coltelli non affilatissimi, è più veloce e trovo gradevole avere un po’ di “ciccia” da masticare.

Ingredienti per 2 persone

 

Manzo

  • 400 gr di scamone di fassone piemontese (o filetto)
  • 1 tuorlo di uovo BIO freschissimo
  • 2 cucchiai di capperi di Pantelleria
  • olio evo q.b.
  • salsa Worchester q.b.

 

Crema di avocado

  • 2 avocado maturi
  • 1/2 lime (1 intero se piccolo e poco succoso)
  • 3-4 cucchiai di pistacchi di Bronte sbucciati

 

 

Procedimento

  1. Tagliare a piccoli cubetti lo scamone e rimuovere nel frattempo i filamenti di grasso.
  2. Sminuzzare con l’aiuto del coltelo i capperi.
  3. In una ciotola di vetro unire la carne, i capperi, il tuorlo freschissimo un cucchiaino da caffè di salsa Worchester (serve a dare una nota di agro alla marinatura) e lasciare a marinare ben coperta per 15-20 minuti.
  4. Mentre la carne sta marinando si procede con la crema di avocado al pistacchio. Con l’aiuto di un coltello estrarre la polpa degli avocados e metterli in un ciotola insieme al succo di mezzo lime (impedisce che la polpa si ossidi e diventi scura).
  5. Tostare in padella 3-4 cucchiaiate di pistacchi di Bronte.
  6. Sminuzzare i pistacchi ed unirli alla polpa di avocado e lime e schiacciare il tutto con l’aiuto di una forchetta, essendo una crema molto delicata è assolutamente da evitare il frullatore ad immersione che, con l’azione meccanica delle lame, scalderebbe la crema facendole perdere aroma.
  7. A questo punto non rimane che assemblare il piatto. Prendere un coppapasta e iniziare la composizione mettendo sul fondo uno strato di crema di avocado e compattare bene con un cucchiaio.
  8. Riempire il coppapasta con la carne marinata.

 

Buon appetito!

Archiviato in: Le ricette di Romuald , Home
840
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche