Cronaca
Saint-Vincent, vodka a minorenni durante un evento al Palais: due denunciati
Aosta - I controlli della Polizia sono scattati in occasione dello “schiuma party” dello scorso 12 maggio. Tra i clienti delle somministrazioni notate dagli agenti, anche due quindicenni. Il sindaco Borgio: “non concederemo più la struttura per quell’evento”.

Flyers e locandine promettevano “il più grande schiuma party della Valle”, un’occasione di sicuro richiamo soprattutto per i giovanissimi. Teatro dell’appuntamento, lo scorso 12 maggio, il Palais Saint-Vincent, di proprietà del Comune, con il sindaco Mario Borgio che ora afferma perentorio al telefono: “non concederemo più la struttura per quell’evento”.

La decisione arriva visto l'esito dei controlli svolti dalla Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, in occasione della quarta edizione di “La Valle in Schiuma”, di cui si è appreso oggi, venerdì 1 giugno. Come spiega una nota della Questura, durante la serata gli agenti hanno notato “la somministrazione di superalcolici ad alcuni minorenni”.

Sono quindi scattate due denunce all’autorità giudiziaria (“essendovi tra i clienti due quindicenni”), nei confronti del responsabile dell’evento e del barista (quest’ultimo, “identificato mentre somministrava vodka a giovani dalla minore età”). Ad entrambi è stata elevata anche una sanzione amministrativa (è prevista dalle norme nel caso in cui i minorenni cui vengono serviti alcolici siano ultrasedicenni). Lo “schiuma party” era organizzato da “Hexagone”, assieme a diversi sponsor.

La Polizia ritiene “quanto mai opportuno” questo tipo di servizio, che viene “costantemente attuato dalla Questura di Aosta” nel caso di eventi “di intrattenimento e spettacolo dedicati a giovani e giovanissimi”, per contrastare “l’insidioso fenomeno della somministrazione e vendita” di bevande alcoliche a minorenni, “volto deprecabilmente a comprometterne la salute psico-fisica”.

Relativamente allo “stop” all’iniziativa nel Palais, il sindaco Borgio riconosce che, nelle precedenti edizioni, “non è mai successo niente”, però “ci siamo resi conto che può succedere e quindi non si fa”. “A noi vanno bene tutti gli eventi, – conclude – perché sono intrattenimento, però devono essere fatti nel buon senso”.

Archiviato in: Media valle , Cronaca
955
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche