Ambiente
Rifiuti e sanzioni, le guardie ecologiche operative fra un mese ad Aosta e a Courmayeur
Aosta - Al corso di formazione attivato dal Comune di Aosta ha aderito anche l'Amministrazione di Courmayeur inviando cinque dipendenti. Le guardia ecologiche potranno comminare sanzioni per violazione di regolamenti o ordinanze comunali.

I controlli con le relative sanzioni sulla corretta differenziazione dei rifiuti scatteranno a breve non solo ad Aosta ma anche a Courmayeur. Il Comune dell’Alta Valle infatti venuto a sapere dell'attivazione da parte del Comune di Aosta di un corso per Guardie ecologiche ha "colto l'opportunità" inviando al percorso formativo cinque dipendenti, di cui quattro della società servizi comunali e uno dell'Amministrazione comunale. 

“Abbiamo accolto la richiesta - ha spiegato questa mattina il Comandante dei Vigil urbani, Fabio Fiore, durante la riunione dell’Osservatorio sui rifiuti comunali  “chiedendo però in cambio una mano nei servizi di controllo per la fiera di Sant’Orso”. Nei due giorni della Millenaria da tempo arrivano rinforzi alla polizia comunale di Aosta da altri comuni valdostani ma anche da Asti e Ivrea.

"Pensiamo che avere personale specializzato sul campo - sottolinea il primo cittadino di Courmayeur, Fabrizia Derriard - "possa essere un'occasione non solo per fare controlli ed elevare sanzioni ma prima di tutto per educare i cittadini sulla corretta differenziazione. Come tutti i comuni sistematicamente abbiamo casi di rifiuti ingombranti abbandonati o di rifiuti differenziati male. L'obiettivo comunque non è quello di fare cassa ma di avere un presidio sul territorio per verificare ma soprattutto per dialogare con gli utenti del servizio". 

Il corso di formazione per Guardie Ecologiche, a cui prendono parte tre dipendenti del Comune di Aosta, è partito nelle scorse settimane.
“Un primo incontro si è già tenuto” ha proseguito Fiore “L’obiettivo è di dare loro delle competenze tecnico giuridiche tali per dare una mano alla polizia locale per aumentare i controlli migliorando così la qualità della raccolta differenziata”. 

Le guardia ecologiche potranno comminare sanzioni per violazione di regolamenti o ordinanze comunali. “Riceveranno la qualifica di guardia ecologica quindi di pubblico ufficiale, saranno autonomi ma in certi casi affiancheranno la polizia locale - ha aggiunto Fiore -  L’iter sanzionatorio verrà poi seguito dalla polizia locale”.

Da gennaio a novembre 2016, secondo quanto riferito dal Dirigente Marco Framarin, sono state comminate sei sanzioni da 100 euro l’una per errori nella corretta differenziazione dei rifiuti. Altre tre sanzioni per 4.368 euro sono arrivate per lo smaltimento di rifiuti sanitari. “Al momento però non si è ottenuto nessun incasso” ha precisato Framarin. Sono state in tutto invece otto le contravvenzioni per un incasso di 500 euro elevate per il mancato rispetto delle norme sulle deiezioni canine. “Le somme introitate non vanno a finire nelle casse comunali ma arrivano alla Regione” ha precisato Framarin. 

Archiviato in: Società
619
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche