Prima Assemblea per l'Alleanza popolare per la democrazia e l'uguaglianza della Vda
Aosta - L'Assemblea di sabato, spiegano ancora i promotori, "è un primo passo" a "cui seguirà un processo autenticamente democratico" fatto di altre assemblee aperte e altri confronti. 

"In Valle d’Aosta ci sono le condizioni per costruire una Nuova Sinistra, inclusiva e popolare". A dirlo sono i promotori di Alleanza popolare per la democrazia e l’uguaglianza della Valle d’Aosta che si è presentata sabato scorso nella sala ECoworking di Quart. 

All'appuntamento erano presenti i rappresentanti di tutti i movimenti e i partiti della sinistra valdostana.

"Siamo consapevoli che le buone idee non bastano - spiega una nota - occorre unire riflessione e vita, ed è per questo che per muovere il primo passo abbiamo deciso di ascoltare le testimonianze di chi, quotidianamente, vive e cerca di affrontare i problemi causati da politiche sbagliate, ispirate da una concezione neoliberale che è trasversale ed egemone: il lavoro che, quando c’è, torna ad essere sfruttamento; l’istruzione sempre meno pubblica ed inclusiva; i migranti trattati come non-persone, la salute non più garantita; l’ambiente svenduto ad un’economia sempre più predatoria; le mafie, che operano anche in Valle d’Aosta; una società patriarcale e sessista che si  manifesta con violenza sui corpi delle donne, ma che rappresenta per tutti la sconfitta di un sistema che si vorrebbe democratico ed egualitario".

L'Assemblea di sabato, spiegano ancora i promotori, "è un primo passo" a "cui seguirà un processo autenticamente democratico" fatto di altre assemblee aperte e altri confronti. 

Archiviato in: Politica
1130
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche