Gioie e Motori
Maserati Levante, il primo SUV della casa del Tridente
Aosta - Parte oggi una nuova rubrica di AostaSera interamente dedicata ai motori e al mondo delle quattro ruote. A curarla sarà Enrico Formento Dojot, grando appassionato di automobilismo.

La splendida Maserati Levante ha testato il "Sistema Maserati Q4" sul tracciato dell'Ice Kart di Cervinia, regalando emozioni forti, anche dal punto di vista racing. Se qualcuno avesse preconizzato ad Alfieri Maserati e ai suoi fratelli che un giorno la Casa avrebbe prodotto non dico un SUV, che all'epoca non esisteva, ma qualcosa di diverso da un'auto sportiva, sarebbe stato immediatamente bollato come insano di mente o, nella migliore delle ipotesi, come buontempone perditempo. E invece, in ossequio al famoso mai dire mai, ecco la Levante, che al salone di Ginevra scorso ha fatto irruzione sul mercato degli Sport Utility, con l'obiettivo di produrre dal 2018 circa settantamila macchine all'anno per l'intero brand.

Il lignaggio del marchio comporta un target elevato, che il nuovo modello sembra proprio in grado di raggiungere. La Levante, che nasce sulla piattaforma della Ghibli, coniuga davvero mirabilmente l'eleganza e il lusso della gamma premium con il DNA sportivo del Tridente, che appare evidente anche in una vettura non progettata con quel necessario ed esclusivo imprinting.

La base è la Kubang, splendida concept car che esordì a Francoforte nel 2011, rendendo palese la volontà della Maserati di esplorare nuove strade. Il frontale mette subito in chiaro le cose. La grande calandra è "cattiva" e bene assistita nel complesso dai profili ottici che declinano sottilmente verso la sua sommità. Il cofano anteriore innervato completa la sensazione di sportività.

Nell'insieme, un design riuscito, che propone forme sinuose e al contempo aggressive. Ma non solo: davvero ragguardevole il dato del Cx, pari a 0.31, espressione di un'aerodinamica che non ha confronti nel segmento. L'abitacolo offre una comoda allocazione, grazie al passo di tre metri, e gli interni sono ovviamente in linea con la filosofia costruttiva, con la possibilità di molte personalizzazioni a carattere sartoriale. Tra i materiali impiegati, spiccano alluminio, carbonio e legno, i rivestimenti in pelle o seta firmata Zegna.

L'infotainment è garantito dal Touch Control Plus, con lo schermo di 8"4 integrato dall'interfaccia per smartphone, l'impianto audio a otto diffusori e il Maserati Active Sound integrato negli scarichi. Molto interessanti gli assetti. Le modalità Normal, Ice, Sport e Offroad coprono ogni esigenza di utilizzo. La trazione integrale Q4 assicura l'equa ripartizione tra i due assali appena se ne verifica la necessità, mentre le sospensioni pneumatiche con gli ammortizzatori elettronici sono regolabili in cinque livelli di altezza. Capitolo propulsori. La Levante S benzina presenta un tre litri a sei cilindri biturbo da 430 cavalli. La versione diesel è un tre litri sempre a sei cilindri, con potenza di 250 e 275 cavalli. La trasmissione è automatica a otto rapporti. I prezzi sono ovviamente da vettura premium ma congrui per il prodotto offerto: da euro 73.417 per la versione diesel e da euro 91.359 per la versione benzina. È in fase di predisposizione il motore ibrido.

 

Enrico Formento Dojot

Archiviato in: Gioie e Motori
1343
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche