Sport
La bocciofila “Nitri – Contoz” getta la spugna
Nus - La decisione del responsabile della squadra Paolo Contoz di comune accordo con la famiglia Nitri.

Il mondo delle bocce valdostane perde una delle storiche e "gloriose" società. Dopo la sconfitta contro la squadra del Mondovi, si chiude l’avventura della Bocciofila “Nitri – Contoz”  nel campionato di serie B. A darne comunicazione è il responsabile della squadra Paolo Contoz che spiega di aver preso la decisione "di comune accordo con la famiglia Nitri".

"Dopo la grande delusione di quest’ultimo anno, e visti i numerosi impegni istituzionali - si legge in una nota - ho deciso di non continuare più questa avventura per poter dedicare più tempo alla famiglia ed alla sua nuova passione della politica. Certo che questa decisione è stata molto sofferta ma era già in vista l’anno scorso quando si era chiesto alla S.B. Nus di fare una fusione insieme che poi non è andata a buon fine. Questa decisione, visto che in Valle d’Aosta ci sono ben tre squadre che militano attualmente nel campionato di serie B, porterà sicuramente beneficio alle altre squadre valdostane che potranno usufruire dei giocatori lasciati liberi dalla Società Nitri – Contoz".

L'avventura della società di bocce è iniziata nel 1985 con il Patron Franco Nitri e la signora Ginetta Marsigli, crescendo poi negli anni con la collaborazione di Paolo Contoz e di Paolo Marjolet fino a passare dalla serie B alla serie A2 fino a raggiungere la massima serie. Campionato in cui  ha resistito per ben 16 anni. Dopo la retrocessione in serie B e la scomparsa del Patron Franco, la squadra è sempre stata gestita dall’attuale consigliere regionale Paolo Contoz. Fra i maggiori successi della società: i sei campionati italiani di serie B con Guido Ducourtil, i tre con Paolo Marjolet, i due con Claudio Gassino, a cui si aggiunge quello con Luigi Girola. Tre le gare vinte in serie A con Paolo Contoz. 

"Da allora sono passati sei anni e ogni anno ha partecipato ai play off per salire in serie A ma per un motivo o l’altro non è mai riuscita a raggiungere questa impresa - prosegue la nota -  Non ha mai neppure voluto approfittare dei vari ripescaggi proposti."

Archiviato in: Sport
1013
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche