Gioie e Motori
Jeep punta in alto con “Compass”, il Suv eclettico
E’ arrivata in questi giorni nelle concessionarie la nuova nata del gruppo FCA a metà tra la Grand Cherokee e la Renegade.

Jeep sta vivendo una seconda età dell'oro, ormai da alcuni anni. Trecentomila unità vendute a fine millennio, un milione e quattrocentomila l'anno scorso. Bastano questi dati per dimostrare come la rinascita e il ritorno agli antichi splendori siano fatti oggettivi e concreti.

La Casa di FCA, dopo il grande successo della Renegade, lancia sul mercato la nuova Compass, proprio in questi giorni nelle concessionarie. Se dovessimo sintetizzare le caratteristiche della nuova arrivata con una parola sola, sceglieremmo l'aggettivo "eclettica". Eclettica già partendo dal segmento di posizione, a metà tra la Grand Cherokee e la Renegade, di cui condivide la meccanica. Posizione diciamo intermedia da cui Compass cerca di attrarre una clientela variegata e trasversale, forte di alcuni atout che ne fanno un'auto premium. Il design è tradizionale Jeep, ingentilito nelle forme sinuose e adeguato alle tendenze dei tempi. Il frontale si caratterizza per la calandra, dalla modanatura completamente cromata, a sette fessure, ormai marchio di fabbrica indiscusso che interpreta icasticamente il family feeling. In generale, la linea ricorda la robustezza e l'essenzialità, coniugate a un senso di comodità e di affidabilità.

È una vettura, come si diceva, versatile, perché si trova a suo agio sia in città sia in autostrada, come sui terreni più accidentati, nell'allestimento "Trailhawk". Gli interni sono di buona fattura e sono spaziosi, anche per gli occupanti i sedili posteriori; l'insonorizzazione fa ancora un deciso passo in avanti. Dal punto di vista della sicurezza, i dispositivi variano dalla frenata di emergenza al segnale per il mantenimento della corsia di marcia e alla gestione dell'angolo cieco.

Diverse le motorizzazioni proposte. La trazione integrale prevede due TurboDiesel MultiJet II da 140 e 170 cavalli e un benzina 1.4 MultiAir 2 da 170 cavalli. La "2 x 4" dispone di un TurboDiesel 1.6 da 120 cavalli e un TurboBenzina 1.4 da 140 cavalli. La gestione "Select – Terrain", disponibile per le 4 x 4, ne ottimizza la trazione. Due sistemi innovativi di trasmissione, "Jeep Active Drive" e "Jeep Active Drive Low" consentono di passare in modo fluido dalla trazione "2 x 4" a quella integrale. L'infotainment aggiunge quel pizzico di glamour che non ci si aspetterebbe su una macchina di questo genere, con il quadro strumenti a colori da 7". Il sistema UConnect è giunto alla quarta serie ed è ulteriormente evoluto, intuitivo e molto pratico alla vista. Il sistema "Apple CarPlay" consente di accedere a Apple Maps, messaggi, telefono e Apple Music. Prezzi da euro 25.000 per la versione "Sport".

Archiviato in: Gioie e Motori
4855
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche