Cultura
Il fotografo di Picasso, André Villers, ad Aosta
L'artista presenta la sua monografia in Italia e ha scelto la Valle come punto di partenza per una mostra itinerante :'Album Villers, ou l'imaginaire portatif'. Venerdì 18 gennaio la presentazione dell'evento con la presenza del fotografo di Picasso.
A 35 anni dalla scomparsa di Pablo Picasso e a 55 da quando il giovane André Villers conobbe il più grande genio del XX secolo, un volume d’arte raccoglie per la prima volta in modo esaustivo, sia l’opera fotografica che quella artistica del fotografo, personaggio e artista, che vive nella Francia del sud e che in Valle d’Aosta presenterà la sua mostra nella nuova “Sala Hotel des Etats” tra maggio e ottobre. Il 18 gennaio l’artista presenterà la propria monografia pubblicata da “TraRari TIPI” in collaborazione con Eurotravel, alle ore 11,30 all’Hotel Europe di Aosta.

Fotografo di Picasso dal 1953 al 1973, Villers lavorò al suo fianco e anche accanto a Prévert, Cocteau, César, Hartung, Leo Ferré, Brassai, Doisneau, Ionesco, Aragon, e ritrasse molti dei maggiori esponenti della cultura europea del secolo scorso da Mirò a Le Corbusier, da Guttuso a Arp, da Boulez a Ponge. La monografia, particolarmente preziosa e ideata da Debora Ferrari e Luca Traini in collaborazione con il maestro, riporta pagine critiche, biografiche, scritti dell’artista e circa 150 immagini tra i ritratti, le fotoelaborazioni e i découpages del maestro.

André Villers è nato nel 1930 a Beaucourt, in Francia. Il suo primo incontro con Pablo Picasso è avvenuto nel 1953 a Vallauris. Con l’artista inizia a collaborare a “Les lettres Francaises” ritraendo scrittori e pittori come Prévert, Léger e Chagalle. Si stabilisce a Vallauris e inizia i primi esperimenti fotografici in comune con Picasso. E’ del 1959 “L’Album photographique Portraits de Picasso” con testo di Jacques Prévert, mentre risale al 1962, “Diurnes”, esperimenti fotografici e montaggi in collaborazione con Picasso e ancora con testo di Prévert.

Negli anni seguenti, illustra “Fatras” di Prévert e presenta al Centre Culturel de rue Mercoeur, a Parigi, la mostra “Ombres des sculptures”, dedicata a Giacometti. Nel 1970 si trasferisce con la moglie Chantal a Mougins. In questi anni pubblica “Les Hangués” con Daniel Schmitt, iniziando una collaborazione che culminerà nel 1998 con “La Barbe des Saisons”, i “Pliages d’ombres”. Nel 1981 espone la serie Jacques Prévert alla Fondation Nationale de la Photographie di Lione e pubblica “Portraits de Picasso”, “Drôle de vie” e “Prévert-couleurs”. Le sue più recenti mostre in Italia sono state nel 2004.
 
 
Programma dell'incontro del 18 gennaio:
Ore 11.30 - Conferenza stampa di presentazione del libro monografico
a cura di Debora Ferrari e Luca Traini, TRaRari TIPI
Intervengono: Anacleto e Pier Angelo Benin, sostenitori del progetto con Eurotravel
Chiara Tisselli, General Manager Travel Shop e consulente del progetto,
Matthieu Villers, figlio del fotografo.
Il maestro André Villers, fotografo e artista, con la moglie Chantal, artista
Daria Jorioz, responsabile ufficio mostre Regione Autonoma Valle d’Aosta
Gli autori, Debora Ferrari, critico d’arte, e Luca Traini, scrittore

Ore 13.00
Buffet d’ispirazione picassiana, creato dalla signora Luciana Benin
con lo chef Stefano Lorusso e la sua brigata

Ore 14.30-15.30
Il maestro Villers è a disposizione per autografi, interviste e riprese

 
41
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche