Thai boxe
Il Fighting Club Valle d'Aosta sbanca il “challenge” di Casale Monferrato con D'Isanto e Vesan
Aosta - Grande prova di forza di Luca D'Isanto e vittoria netta di Erika Vesan nel “Fight Challenge” che metteva in palio anche le selezioni per Oktagon 2018.

Fine settimana da incorniciare per il Fighting Club Valle d'Aosta. Sabato 28 ottobre scorso, a Casale Monferrato, il team aostano si è preso la scena nel “Fight Challenge” che metteva in palio anche le selezioni per Oktagon 2018. Tornato sul ring dopo la precedente vittoria in Thailandia, Luca D'Isanto ha sbaragliato la concorrenza di Serenile Tarditi, fighter della Sampayak Gym Genova reduce dalla vittoria per ko nell'ultima edizione del PetrosyanMania a Monza. Per il valdostano la vittoria è arrivata con verdetto ai punti alla quinta ripresa dell'incontro di thai boxe disputato con regolamento K1 Fight Code Rules.

Un match iniziato in salita, però, per lo specialista del Fighting Club VDA che nelle prime due riprese ha dovuto incassare due cartellini gialli. “Secondo gli arbitri avrei tirato due gomitate, ma non è così – ha riferito D'Isanto -. Nel primo colpo si trattava di un gancio e nel secondo di un pugno a giro. A quel punto sapevo di aver perso due punti a causa dei cartellini e che avrei dovuto dominare l'incontro per essere sicuro di vincerlo”.  Nelle tre riprese finali, infatti, D'Isanto ha iniziato bersagliare il suo rivale facendo ricorso ad una varietà di colpi frutto del suo bagaglio tecnico. Una reazione di forza grazie alla quale, nella quarta ripresa, è arrivato anche un conteggio per il suo sfidante. “L'ho mandato al tappeto con una serie di pugni – ha aggiunto – ma sapevo che non era ancora finita. Ho continuato con un gran ritmo anche nel quinto round e a quel punto ero davvero sicuro dell'esito finale”.

Soddisfatto il maestro Manuel Bethaz. “In pochissime occasioni ho assistito ad un incontro con uno scambio di colpi così elevato - ha commentato -. Entrambi hanno dato il massimo, ma alla fine è stata la maggiore determinazione da parte di Luca a prevalere”.

Un successo prezioso che proietta Luca D'Isanto al vertice del ranking nazionale dei -65kg e in prima posizione anche nella classifica di Oktagon. Un piazzamento che il prossimo 25 novembre dovrà difendere a Lecce, dove tornerà a combattere per la rivincita a Ismael Bene, il figher incontrato e battuto già lo scorso marzo a Milano e contro il quale aveva ottenuto l'ingresso alla precedente edizione del Oktagon.

A Casale Monferrato ha lasciato il segno anche Erika Vesan, vincitrice contro la torinese Martina Canino del Team Giannelli (categoria -60kg). “Una vittoria netta – ha sottolineato Manuel Bethaz -. Erika ha dimostrato di essere cresciuta ancora da un punto di vista tecnico e che potrà fare molto bene in questa nuova stagione”. Per il Fighting Club, unico neo della serata la sconfitta di misura ai punti di Lorenzo Cassani, al debutto nella K1 Full Contact. Per il tecnico valdostano: “E' stato un buon esordio il suo. Ha combattuto senza essere preda della tensione che spesso caratterizza un match d'esordio ed ha saputo tenere a bada un avversario molto più alto di lui e difficile da gestire”.

Archiviata la trasferta piemontese, per il team valdostano la stagione entra nel vivo mentre si avvicinano le prossime ed importanti uscite. Il 18 novembre a Lund, in Svezia, tornerà sul ring Martine Michieletto per difendere il titolo mondiale WKU contro la campionessa nazionale Elna Nilsson.

Archiviato in: Media valle , Sport
1649
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche