Treni
"Il bando viola la concorrenza": stop alla gara sul servizio ferroviario
Aosta - Un operatore economico ha presentato una segnalazione all'Autorità garante della concorrenza e del mercato. In attesa del pronunciamento dell'Autorità, la Regione ha sospeso i termini per la presentazione delle offerte.

Dopo esser già stata costretta a modificare il disciplinare di gara e a prorogare i termini per la presentazione delle offerte, la Regione deve ora stoppare il bando per l'affidamento del servizio ferroviario. 

Un operatore economico ha, infatti, presentato una segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato "in merito a presunte previsioni anticoncorrenziali contenute nella documentazione della gara in oggetto". In attesa quindi delle decisioni dell'Autorità, la Regione ha deciso di sospendere i termini per la presentazione delle offerte.

"In seguito al pronunciamento dell’Autorità, la Stazione Unica appaltante, di concerto con l’Ente committente Regione autonoma Valle d’Aosta - comunica la Centrale unica di committenza -  provvederà a dare comunicazione delle nuove date di scadenza per la presentazione delle offerte e di apertura delle stesse in seduta pubblica".

Nel settembre scorso era stata la Ratp Dev Srl a rivolgersi all'Autorità chiedendo di annullare o rettificare in autotutela il bando per rimuovere "alcuni profili di anticoncorrenzialità" relativi ai criteri di selezione e ammissibilità dei partecipanti, in particolare laddove viene richiesto il possesso della licenza nazionale passeggeri e del certificato di sicurezza. Segnalazione che era stata presa in carico dall'Autorità che aveva evidenziato come "il bando presenti alcune criticità che potrebbero restringere ingiustificatamente il novero delle imprese partecipanti alla gara e, in particolare, ostacolare la partecipazione delle imprese newcomer". Alla Regione era stato, quindi, chiesto di "rimuovere la violazione della concorrenza" e quindi di rivedere i termini per la presentazione delle offerte. Nel novembre scorso la gara era stata, quindi, modificata e prorogata fino all'8 marzo 2018. Ma ieri, a un giorno dalla nuova scadenza, lo stop.

Il bando per l’affidamento del nuovo servizio di trasporto pubblico ferroviario in Valle, per un periodo di 5 anni, con possibilità di proroga di ulteriori 5, ha un valore complessivo di 179 milioni 235 mila euro. Nella gara è inclusa anche la gestione della tratta Aosta-Pré-Saint-Didier.

Archiviato in: Economia e lavoro
1836
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche