Sci
Gigantesca Federica Brignone: vittoria nel gigante di Lienz
Aosta - Prima vittoria stagionale per la valdostana dopo un inizio di stagione tribolato nel gigante in terra austriaca, grazie ad una prestazione maiuscola nella seconda manche. Dietro di lei Rebensburg è seconda e Shiffrin terza

Strepitosa vittoria per Federica Brignone, che nel gigante di Lienz dimostra di essere gigantesca e di aver lasciato alle spalle l’infortunio di quest’estate. Dopo il quarto posto nella prima manche, la valdostana è autrice di una prova maiuscola nella seconda, con un recupero portentoso nella parte centrale e sul muro finale, lasciandosi alle spalle di pochissimo Viktoria Rebensburg (+0”08)  e Mikael Shiffrin (+0”04) e e concludendo con il tempo totale di 2’05”52, portandosi a casa la sesta vittoria in carriera in Coppa del Mondo e la prima in questa stagione.

“Sono partita troppo lenta nella prima manche e mi sono lasciata andare solo nel finale”, ha dichiarato a fine gara. “Sapevo quindi che nella seconda potevo spingere subito”. Prima del gigante in Austria, l’atleta di La Salle si era allenata in Val di Rhemes.

La prima manche
Buon risultato per Federica Brignone già nella prima manche, tracciata dal tecnico italiano Roberto Lorenzi. La valdostana, scesa col pettorale numero 3, aveva ottenuto un importante quarto posto con il tempo di 1’02”93, frutto di una bella discesa soprattutto nella parte finale, dove aveva recuperato circa tre decimi sulla leader del momento, Mikaela Shiffrin, andando a soli 12 centesimi da lei. La manche è poi andata a Viktoria Rebensburg per 5 centesimi sulla statunitense, portando quindi il distacco della carabiniera di La Salle a 17 centesimi dalla vetta, superata a sorpresa anche dalla slovena Tina Robnik (pettorale numero 23) con Sofia Goggia a 2 centesimi da Brignone. Distacchi dunque minimi, che sono stati la premessa di una seconda manche spettacolare.

Archiviato in: Sport
1599
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche