Cronaca
Costi della politica, oggi il processo d'Appello a Torino. 7 consiglieri rischiano la sospensione
Aosta - Chiamati a comparire in Corte d’Appello  - dove la pubblica accusa sarà sostenuta dal pm Giancarlo Avenati Basso - sono 27 tra funzionari di partito, attuali ed ex consiglieri regionali accusati a vario titolo di peculato, finanziamento illecito dei parti

Inizia oggi, lunedì 28 novembre, a Torino, il processo d'appello sui costi della politica in Valle d'Aosta. Le accuse sono relative alla gestione di un milione e mezzo di euro di fondi dei gruppi consiliari della legislatura 2008-2012 dai gruppi della XIII legislatura in Consiglio Valle; Alpe, Fédération Autonomiste, Pd, Pdl, Stella Alpina e Union Valdôtaine.

Chiamati a comparire in Corte d’Appello  - dove la pubblica accusa sarà sostenuta dal pm Giancarlo Avenati Basso - sono 27 tra funzionari di partito, attuali ed ex consiglieri regionali accusati a vario titolo di peculato, finanziamento illecito dei partiti e indebita percezione di contributi pubblici. In sette, imputati per peculato, in caso di condanna rischiano la sospensione dalla carica per 18 mesi. Si tratta di Patrizia Morelli e Albert Chatrian per Alpe; Leonardo La Torre per l'Uv, dell'assessore Raimondo Donzel e di Carmela Fontana per il Pd, di Marco Vierin e di André Laniece per Stella Alpina. La norma non tocca invece Chantal Certan di Alpe e l'assessore alle Finanze Ego Perron dell'Uv perché imputati solo di finanziamento illecito dei partiti. 

In primo grado furono tutti assolti a vario titolo "perché il fatto non sussiste" o "perché il fatto non costituisce reato".

 

Archiviato in: Politica
518
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche