Politica
Costi della politica: La Torre lascia la II Commissione, Viérin si dimette da vicepresidente
Aosta - Leonardo La Torre ha annunciato inoltre in apertura dei lavori del Consiglio regionale straordinario di lasciare il gruppo Uv per non "creare dell'imbarazzo a quest'idillio di purezza dell'Union valdotaine".

La sentenza della prima sezione della Corte di Appello di Torino sui costi della politica entra di prepotenza nella seduta straordinaria dell'Assemblea regionale convocata sulla questione delle turbine cinesi di Cva. In apertura dei lavori il consigliere Leonardo La Torre annuncia le sue dimissioni da presidente e membro della II Commissione e da membro della IV, nonché dal gruppo Uv.

"La sentenza mi impegna a ridefinire il mio ruolo in quest'aula, sotto il profilo pubblico siamo delegittimati in attesa di essere sospesi" dice La Torre "Siccome non voglio creare dell'imbarazzo a quest'idillio di purezza dell'Union valdotaine mi dimetto anche dal gruppo".

A La Torre si è unito anche Marco Viérin che spiega di voler lasciare la vicepresidenza del Consiglio regionale. "L'esito della sentenza ha suscitato in me sconcerto e profonda amarezza  - sottolinea Viérin - il mio agire è stato sempre improntato alla correttezza e ai dettami della legge regionale. Sono fiducioso che le medesime ragioni che hanno portato all'assoluzione del mio collega di gruppo (Nda André Lanièce) saranno il presupposto per accertare la mia innocenza nel ricorso che produrrò in Cassazione."

Archiviato in: Politica
1807
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche