Politica
Consiglio regionale, la soluzione della crisi affidata all'aula
Aosta - Lavori iniziati e subito sospesi prima per una riunione di maggioranza, senza maggioranza e poi per riunione capigruppo.

La decisione di Uvp di abbandonare l'appoggio al Governo Marquis si è concretizzata subito questa mattina in apertura dei lavori. Alla richiesta della capogruppo di Alpe, Patrizia Morelli, di convocazione di una riunione di maggioranza, il gruppo dei progressisti ha reagito restando in aula. 

"Non abbiamo voluto mancare di rispetto all’istituzione consiliare ma alla luce di quanto successo ieri ci sarebbe sembrato irrispettoso iniziare questo consiglio come se nulla fosse successo" ha detto dopo la riunione Patrizia Morelli "Avremmo voluto capire con Uvp come procedere, la loro assenza credo che confermi palesemente l’apertura di una crisi. Non rimane che chiedere loro quale condotta intendano assumere". 

Pronta la replica di Alessandro Nogara di Uvp "Nessuno da questa mattina ha avuto la delicatezza o un po’ di garbo per discutere con noi. Penso che abbiamo due giorni per discutere cosa fare nel proseguimento di questa legislatura". 

Il botta e risposta è proseguito. "Mi sembra che lo stupore sia diventato lo sport nazionale. Ieri non abbiamo fatto altro che prendere atto dell’abbandono da parte dell’Uvp" la replica di Morelli. 

I lavori sono stati nuovamente sospesi per una riunione dei capigruppo. E' possibile che in giornata, dopo una discussione politica, arrivi da parte di Uvp e Uv una risoluzione per chiedere le dimissioni del Presidente della Regione, Pierluigi Marquis. 

Archiviato in: Politica
2171
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche