Cronaca
Caso Longarini, la Procura di Milano chiede il processo
Aosta - Il pm Polizzi ha inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per i tre imputati - Longarini e gli imprenditori Cuomo e Barathier - nell'ambito del primo filone di indagine in cui si contesta il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità.

“Affaire Longarini”, si andrà a processo. La Procura di Milano – tramite il pm Giovanni Polizzi – ha infatti inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per l'ex procuratore facente funzioni di Aosta Pasquale Longarini, così come per l'imprenditore Gerardo Cuomo e per Sergio Barathier

Il pm ha inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per i tre imputati nell'ambito del primo filone di indagine in cui si contesta il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità.

Fino al 31 gennaio 2016, si legge nel capo di imputazione, Longarini, "abusando delle sue qualità o dei poteri di pubblico ufficiale" in quanto stava trattando "un procedimento penale a carico di Barathier per gravi reati, in accordo con Cuomo, sollecitava" il primo – titolare dell'albergo Royal e Golf di Courmayeur – "ad effettuare forniture di prodotti dal Caseificio valdostano", il cui titolare è Cuomo, per l'hotel di lusso. Operazione andata a buon fine in quanto, si legge ancora: "in effetti Barathier procedeva, assumendo ordini del valore di circa 70-100 mila euro".

Longarini – che attualmente ricopre il ruolo di giudice al Tribunale di Imperia – è indagato anche per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento. La decisione in merito, ora, spetterà al giudice per l’udienza preliminare

Archiviato in: Media valle , Cronaca
1003
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche