Comune di Aosta
Bando anziani, la cooperativa Elleuno a gamba tesa: "I nostri timori si sono avverati"
Aosta - La cooperativa di Casale Monferrato, classificatasi terza nella graduatoria del contestato appalto, scrive in una nota che "l’unico modo per affrontare accadimenti di questo genere è la partnership tra le stazioni appaltanti e le vere cooperative sociali"

Parte all'attacco la Cooperativa Elleuno, dopo la notizia della richiesta del Tar al Comune di Aosta di posticipare la stipula del contratto di gestione dell'ormai noto bando sui Servizi agli anziani con Kcs fino alla camera di consiglio del 14 marzo, classificatasi terza nella graduatoria di assegnazione del contestato appalto, alla luce anche del ricorso presentato al Tribunale amministrativo da Leone Rosso.

In una nota stampa la coop di Casale Monferrato spiega come “il timore che Cooperativa Elleuno aveva manifestato nelle ultime sedute pubbliche di gara si sia avverato” e che “leggere oggi che non solo ci sono stati esuberi di lavoratori, per altro facilmente prevedibili – scrivono – dall'analisi del contenuto dei documenti di gara, ma che sono state anche ridotte le retribuzioni individuali, rende legittima la domanda di chi si chiede come si sarebbero comportati i competitor se avessero preso in considerazione la possibilità di disattendere 'le regole del gioco'”.

Un modo completamente sbagliato, quindi, di affrontare la mancanza di risorse destinate al welfare italiano, che avrebbe dovuto seguire un'altra direzione: “L’unico modo per affrontare accadimenti di questo genere – continua la nota – è il lavoro in partnership tra le stazioni appaltanti e le vere cooperative sociali che da anni condividono questo percorso, trattando situazioni anche estremamente difficoltose, come quella cui stiamo assistendo, in modo organico e chiaro fin da subito”.

Archiviato in: Media valle , Politica
572
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche