Comune di Aosta
Aosta, via libera all'intesa con la Regione per il pluripiano sopra il campo dell'"Agricola"
Aosta - Dal passaggio, questo pomeriggio in II^ Commissione sono emerse alcune novità come la durata dei lavori per la struttura con due piani interrati, individuata in 975 giorni. Contraria la minoranza: "Progetto di 15 anni fa che ci piove dall'alto".

È stata approvata, non senza qualche mugugno, la proposta d'intesa tra Comune e Regione per il progetto di costruzione del parcheggio pluripiano di via Saint-Martin-de-Corléans, al posto dell'ormai abbandonato campo di calcio dell'Institut agricole régional.

Dal passaggio, questo pomeriggio in II^ Commissione del Comune di Aosta, sono emerse un paio di novità. Anzitutto la durata dei lavori – anche se bisognerà aspettare ancora la definizione delle varie parti di progettazione – individuata in 975 giorni, perché il parcheggio, che prevede due piani interrati (con circa una 90ina di posti) e uno di superficie per i pullman, veda la luce.

In secondo luogo il fatto che la palestra, anch'essa in disuso da anni e vessata da continue effrazioni e vandalismi – non ultima quella dello scorso settembre – è stata ceduta all'Institut agricole che si sta adoperando per insediarvi delle nuove aule.

A spiegare alla Commissione i contorni dell'intesa con la Regione è stato l'Assessore All'Ambiente Delio Donzel: “L'Importanza di utilizzare una parte del campo – dice Donzel – deriva dalla previsione di costruzione di parcheggi 'a raso' per pullman provenienti da via Parigi che intendono portare visitatori all'Area Megalitica, per dare una risposta alla carenza di stalli nella zona”.

Un parcheggio, prosegue Donzel, a vantaggio di tutta l'area: “Qualora un domani si andasse verso la pedonalizzazione della zona – ha spiegato – il pluripiano sarebbe strategico, contando che resterebbe anche il parcheggio attuale di fronte all'ex maternità e le necessità della parte vicino alla parrocchia, un po' carente di posti-auto”.

Discorso che vede i commissari di minoranza insorgere: “Perché si è deciso di procedere dopo oltre 15 anni? Contando che il MoVimento 5 Stelle è contrario alla cementificazione Viale Conte Crotti aveva bisogno di una rivalutazione tanti anni fa” ha attaccato la pentastellata Patrizia Pradelli.

Contrario anche Loris Sartore, Alpe: “Restiamo dell'idea che non è bene che i pullman sostino nella zona ma che facciano solo salire e scendere i visitatori Area megalitica e vadano poi a parcheggiare da un'altra parte, mantenendo piuttosto la superficie come area sportiva o comunque area verde attrezzata. Così invece piove dall'alto un progetto di 15 anni fa, e non siamo d'accordo”.

Più che scettico, invece, il Capogruppo 5 stelle in Consiglio Luca Lotto: “Questo progetto – attacca il consigliere – dimostra la totale sudditanza di questa città alle decisioni della Regione. Cosa succederà? Forse si partirà con gli appalti, di sicuro pagheremo gli studi, la progettazione e alla prima picconata inizieremo a trovare qualcosa sotto terra. Nel vostro programma avevate parlato di 'smart city', dopo 3 anni di consiliatura non se ne vede l'ombra”.

Battuta che fa innervosire l'Assessore Donzel, che risponde per le rime: “Abbiamo l'onere e l'obbligo di governare e di fare scelte, e ognuno ha il suo ruolo. Il nostro obiettivo è quello di dare risposte ai cittadini e non di fare previsioni funeree”.

Archiviato in: Media valle , Politica
1248
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche