Cronaca

Valanga a Gressoney: perde la vita uno scialpinista di Como

Gressoney - Saint - Jean - La vittima è Massimo Comotti, 44 anni, architetto residente a Porlezza (Como). La valanga, con un fronte di circa un centinaio di metri ha scaraventato la vittima a valle, sulla superficie ghiacciata di un invaso.

Gressoney-La-Trinité – Uno scialpinista ha perso la vita, verso le 12 di quest’oggi, il 31 dicembre, dopo essere stato scaraventato da una valanga in un lago ghiacciato.La vittima è Massimo Comotti, 44 anni, architetto residente a Porlezza (Como).

La valanga, con un fronte di circa un centinaio di metri, che si è staccata a 2.800 metri sotto il colle del Rothorn, ha scaraventato la vittima a valle, sulla superficie ghiacciata di un invaso, che si è spezzata, inghiottendo lo sciatore.

 Con lui c'erano altre due persone solo parzialmente coinvolte nella slavina: una è rimasta illesa e un'altra è ferita ed è stata ricoverata all'Ospedale Parini di Aosta con una frattura del femore. Ne avrà per 90 giorni.

A dare l’allarme gli stessi gli alpinisti. Sul posto sono interventi gli uomini del soccorso alpino valdostano, oltre ai vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare diverso tempo per recuperare la salma dell’architetto, rimasto intrappolato nelle acque gelide. Ora, sulla dinamica dell’incidente, stanno lavorando i finanzieri di Cervinia. La salma è stata ricomposta nella camera mortuaria del cimitero di Gressoney, in attesa del nullaosta per i funerali.

di Cristina Porta

31/12/2009








Consiglio regionale: cosa dovrebbe fare secondo te Marco Vierin dopo il voto a favore delle sue dimissioni?







» Risultati del sondaggio

Testafochi, la cerimonia di cessione della Caserma

Il 24 luglio 2014 è la data in cui gli alpini lasciano l'edificio militare, storica sede del Battaglione Aosta. Lo stesso giorno è stata inaugurato l'eliporto di Pollein.

#celtica2014: tutta l'energia dei concerti nel cuore pulsante del Festival

I concerti sotto il grande palco tra muri di musica, l'inno delle nazioni celtiche Greenland, il selfie di massa, i colori, l'energia, il grande pubblico, la forza del popolo celtico che si riunisce del bosco del Peuterey, in Val Veny, a Courmayeur.

Il popolo di Celtica torna a popolare il Bosco del Peuterey - Ph. Laura Greco

E' un popolo forte, sincero,appassionato, bello ed energico quelle che abita in questi giorni i boschi ai piedi del Monte Bianco. Un popolo che ama la musica, i giochi, la lotta, le prove di forza e soprattutto stare insieme.

Città Tempo Min Max Vento
Aosta molto nuvoloso rovesci moderati 17° 26° Vento di Levante, debole
Courmayeur molto nuvoloso temporali moderati 12° 20° Vento di Scirocco, debole
Pont-Saint-Martin coperto temporali moderati 19° 25° Vento di Scirocco, debole
Saint-Vincent molto nuvoloso temporali moderati 18° 24° Vento di Scirocco, debole
Chaima per la tua pubblicità

Il giornale

La redazione
Contatti

P.iva 01022690075